Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per ulteriori informazioni riguardanti anche la modalità di modifica delle impostazioni dei cookie, leggi la nostra Informativa sulla privacy

2015 schede

2015 rassegna

2015 denunciare

2015 prontuario

Dona il tuo 5x1000 a Feder F.I.D.A. Onlus
Stampa

Dopo i "cani delle palafitte"... è arrivato il conto alla rovescia per il canile di San Giuliano!

Qualche giorno fa, nella posta di Feder F.I.D.A., è arrivata una segnalazione-denuncia che riguarda il canile di San Giuliano.
Nella mail c'era del materiale che non lasciava dubitare sulla veridicità della segnalazione e ci siamo nuovamente rivolti al consigliere comunale SIMONE VENTURINI (UDC) per mostrargli quanto avessimo appreso e per chiedergli un suo intervento politico da presentare al consiglio.

Memori di quanto fu efficace e decisiva la sua interrogazione riguardo i "CANI DEI CASONI" (o palafitte), senza la quale non si sarebbe arrivati all'ordinanza di Venezia e seguita poi da Chioggia, gli abbiamo affidato tutto quanto in nostro possesso affinchè anche lui potesse verificarne il contenuto.

Simone Venturini 31 marzo 2012

Qualche giorno fa, nella posta di Feder F.I.D.A., è arrivata una segnalazione-denuncia che riguarda il canile di San Giuliano.
Nella mail c'era del materiale che non lasciava dubitare sulla veridicità della segnalazione e ci siamo nuovamente rivolti al consigliere comunale SIMONE VENTURINI (UDC) per mostrargli quanto avessimo appreso e per chiedergli un suo intervento politico da presentare al consiglio.
Memori di quanto fu efficace e decisiva la sua interrogazione riguardo i "CANI DEI CASONI" (o palafitte), senza la quale non si sarebbe arrivati all'ordinanza di Venezia e seguita poi da Chioggia, gli abbiamo affidato tutto quanto in nostro possesso affinchè anche lui potesse verificarne il contenuto.

Leggendo l'articolo vi farete un'idea ben precisa di quante "malefatte" si possano trovare all'interno di quelli che noi chiamiamo CANILI LAGER e di quanto sia più incisivo,accantonando per un attimo il "maltrattamento", andare ad individuare altre note dolenti da sottoporre all'esame della magistratura. Infatti, quanto segnalatoci, non si riferiva solo alle condizioni pietose di come vengono tenuti i cani ma anche gravi reati ambientali poichè la struttura ha al suo inteno il "veleno ambientale": L'AMIANTO!
Se a nessuno, fino ad ora, è interessato lo stato di salute degli animali... adesso sarà impossibile che si ignori il danno sull'uomo e questo problema, tristemente famoso, lunedì prossimo sarà finalmente RESO NOTO da Simone Venturini con una interrogazione comunale.

Finalmente si è rotto l'incantesimo tra gestori e provabili "cecità istituzionali"... ed una domanda ce lo poniamo anche noi:
"MA LA ASL DOV'E' STATA FINO AD ORA?... E' GIUSTO PENSARE CHE SAPESSE E CHE NON CI E' MAI ENTRATA PER PAURA DELLE CONSEGUENZE DELL'AMIANTO?"

Presidente Feder F.I.D.A. Onlus
Loredana Pronio


Ecco l'articolo, pubblicato su "La Nuova" di Mestre del 31 Marzo 2012

(Vedi VERSIONE INGRANDITA)

Simone Venturini 31 marzo 2012