Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per ulteriori informazioni riguardanti anche la modalità di modifica delle impostazioni dei cookie, leggi la nostra Informativa sulla privacy

2015 schede

2015 rassegna

2015 denunciare

2015 prontuario

Dona il tuo 5x1000 a Feder F.I.D.A. Onlus
Stampa

I "sequestri" di Antonio Colonna? Leggete questo comunicato importante

I "sequestri" di Antonio Colonna? Leggete questo comunicato importante

"Ecco il comunicato dell'Avv. Polci, consegnatomi perchè lo divulgassi."
Loredana Pronio


"La sig.ra Pucciarelli Lorenza gestisce da anni un canile presso un casolare in pietra perfettamente ristrutturato sulle colline di San Ginesio, circondato da 2 Ha di terreno recintato, coltivato a giardino ed alberi di alto fusto, dove vagano liberi e visibilmente felici cani di piccola taglia e razze pregiate (maltesi, barboncini, Yorkshire, Shitzu, Jack russel, carlini, Spitz-volpini, Pinscher, Cavalier-King, bassotti, Chiwawa, ecc.).
I cani si muovono come un gregge festante insieme alla sig.ra Pucciarelli che attende alle proprie occupazioni e risultano in ottima salute e molto socievoli.


Il canile è dotato anche di box regolamentari, di cucce e tettoie. I cani neonati sono invece custoditi al piano terra dell'abitazione di circa 450 mq., al fine di garantire loro maggiore controllo, cura e riparo.

Alla fine del mese di maggio scorso, in prossimità delle elezioni regionali, su inizativa di personaggi politici e propri assistenti, presentatisi presso il canile e fatti accomodare dalla sig.ra Pucciarelli, si è proceduto al sequestro probatorio da parte della polizia giudiziaria di tutti i cani, ipotizzandosi il reato di maltrattamenti, ciò sulla semplice costatazione che il numero dei cani presenti (compresi i neonati) fosse superiore a quello per cui la sig.ra Pucciarelli aveva l'autorizzazioen ASUR quanto all'ulteriore attività di rifugio per cani randagi.
La sera stessa del sequestro e di silenzio elettorale l'On. Paolo Bernini del Movimento 5 Stelle e colui che si definiva "assistente parlamentare", sig. Antonio Colonna, pubblicizzavano sul web e l'indomani sulla stampa locale, l'intervento effettuato, definendo il canile della sig.ra Pucciarelli un "lager" e circostanze gravemente non veritiere, con toni allarmistici e compiendo considerazioni sull'inefficenza degli organismi di controllo locali (Sindaco ASUR ecc.).
Contestualmente il sig. Colonna Antonio, nella sua veste di Presedente dell'ass.ne EITAL (Ente Italiano Tutela Animali e Lupo) con sede in Cuneo, presentava in Procura istanza di affidamento di tutti i cani, da trasportare presso loro asseriti canili in varie parti d'Italia.

Fortunatamente dopo una prima adesione da parte della Procura alle istanze suddette, assunte ulteriori informazioni e relazioni da parte degli oprgani di PG ed istanze da parte della difesa della Pucciarelli, il provvediamneto di affidamento veniva revocato e i cani rimanevano tutti presso la sig.ra Pucciarelli, che continuava amorevolmete ad accuderli.

Il procedimento penale confidiamo si stia avviando a una rapida conclusione e nel frattempoi la sig.ra Pucciarelli ha sporto denuncia querela nei cofronti dei responsabili di tale inqualificabile comportamento per i reati di diffamazione, rivelazione di segreti di ufficio, procurato allarme ecc.
Da tale vicenda la sig.ra Pucciarelli è risultata gravemente e del tutto ingiustamente danneggiata sia moralmente che economicamente, per cui si riserva di chiedere il risarcimento dei danni tutti subiti".

Avv. Leide Polci