Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per ulteriori informazioni riguardanti anche la modalità di modifica delle impostazioni dei cookie, leggi la nostra Informativa sulla privacy

2015 schede

2015 rassegna

2015 denunciare

2015 prontuario

Dona il tuo 5x1000 a Feder F.I.D.A. Onlus
Stampa

Roma: ecco il "Progetto sterilizzazioni" presentato al Comune da Feder F.I.D.A., Arcipelago 2000 ed A.S.T.A.

Osservatorio di Tutela e Benessere degli Animali, "Progetto sterilizzazioni"

Queste Associazioni Arcipelago 2000, A.S.T.A. e Feder F.I.D.A. Onlus, hanno voluto rendere un contributo che si spera utile alle attività che saranno poste in essere da codesto Ufficio, a seguito della riunione tenutasi il 31 maggio us, presieduto dall’Assessore Visconti, predisponendo l'allegato progetto "sterilizzazioni", che si invia anche alle altre Associazioni presenti all’incontro per loro valutazioni.

Le scriventi sono rispettivamente coinvolte da sempre nella assistenza, cattura, sterilizzazione ed adozione ove possibile di cani e gatti "di strada" e nel monitorare tipologia e quantità di istanze provenienti da volontarie prive di aiuti e privati cittadini, di fronte a continue emergenze di cani e gatti ritrovati, soccorsi e mantenuti a loro cura e spese.
Al riguardo esprimono fiducia che la decisione dell’Assessore Visconti di destinare la cifra di 50 000 Euro per le sterilizzazioni dei randagi nelle situazioni più degradate ed in continuo aumento, consentirà di ridurre significativamente il grande numero di cucciolate, altrimenti imminenti, che già in passato hanno aumentato in maniera esponenziale la crescita di branchi di randagi, rischiando di creare situazioni simili a quella, già cognita della collina Alitalia.
Quanto sopra , non ultimo, eviterà nuove numerose entrate in canile di cani di grossa taglia, difficilmente adottabili, altrimenti a carico per anni del Comune per il relativo mantenimento
.
Inoltre, l'impegno e la destinazione di eventuali altre risorse, visto il periodo di nota crisi, potrà essere si auspica devoluto alla informazione dei cittadini sui loro doveri e diritti, confidando che la annunciata sensibilizzazione della Polizia Municipale consenta di evitare la creazione di "sovrastrutture" che si vadano a sostituire ai loro compiti di istituto, o peggio ancora debbano occuparsi di "sollecitarne" gli interventi dovuti e già retribuiti.

In attesa di conoscere le determinazioni di codesto Ufficio e le valutazioni delle Associazioni in indirizzo,si resta a disposizione per ogni chiarimento ed eventuale ulteriore incontro.
Cordiali saluti

Associazione Arcipelago 2000, presidente Paola Zampetti
Associazione Feder F.I.D.A, presidente Loredana Pronio
Associazione ASTA, presidente Maurizio Albano


PROGETTO: STERILIZZAZIONE RANDAGI - ESTATE 2012

PREMESSA
Ogni estate oltre al fenomeno degli abbandoni è in continuo aumento il ritrovamento di intere cucciolate di cani in maggior parte di grossa taglia, incroci molossoidi e razze simili, difficilmente adottabili, provenienti da cani di pastori che si attestano con greggi nelle periferie, cani in enorme numero presenti nei campi rom e negli insediamenti abusivi, continuamene censiti e sgomberati dalle forze di polizia, ma spesso ancora nascosti, sfasci ed altre realtà site nella periferia romana e per la maggior parte popolati da stranieri indigenti e senza fissa dimora.
I cani, privi di qualsiasi profilassi veterinaria ed ovviamente di microchip, vengono fatti riprodurre per essere sfruttati per accattonaggio, probabilmente per combattimenti clandestini e commerci illegali, o, se va bene, semplicemente per incuria.
Questa situazione, foriera di far crescere branchi di cani incontrollati anche per il numero in esubero alle esigenze dei "padroni" che è abbandonato, potrebbe mettere a rischio la sicurezza dei cittadini e causare un contemporaneo grave stato di allarme sanitario.
A ciò si aggiungono casi di cospicue concentrazioni di cani, raccolti "generosamente" o compulsivamente da persone indigenti, le quali se ne fanno carico con mille difficoltà ma non hanno i mezzi per contenere il numero degli stessi, contribuendo ad aumentare il fenomeno complessivo del randagismo.
Molti di questi animali finiscono nei canili comunali, aggravando l’onere finanziario per il complessivo mantenimento a carico dal comune, in presenza di una ridotta possibilità di adozione, vista la taglia e la tipologia.
Quanto sopra riguarda anche gatti, in realtà territoriali che sfuggano al controllo di gattare e relative colonie feline registrate e come tali già demandate alla competenza delle Asl veterinarie, aumentandone la popolazione anche in questo caso senza alcun controllo e profilassi sanitaria e con continui ritrovamenti in strada o nei cassonetti da parte di cittadini esasperati.
Pertanto si è riepilogata appresso la articolazione del "progetto sterilizzazioni randagi estate 2012" secondo le disponibilità dichiarate dall’Assessore Marco Visconti, che ringraziamo per la tempestività delle decisioni assunte.

DESTINATARI
Branchi di cani e colonie feline non censiti, assistiti da volontari e cittadini in condizioni di indigenza o che proliferano in situazioni endemiche individuate e già oggetto di attività di cattura e sterilizzazione da parte di queste Associazioni , in particolare campi Rom ed insediamenti abusivi.
Altre realtà che codesto Ufficio potrebbe indicare perché già note per segnalazioni ricevute, sia da volontari e cittadini privati, sia da personale di codesto Ufficio che già in passato si è occupato di monitorare il territorio e che auspichiamo possa collaborare nella fase di individuazione dei siti e dei branchi.

MODALITÁ DI INTERVENTO
Le associazioni provvederanno ad effettuare sopraluoghi nelle varie zone della città, al fine di elaborare una mappa della situazione del randagismo a Roma.
Questi dati verranno trasmessi all'Ufficio dell'Assessorato per delineare il fenomeno del randagismo e dare operatività all'Osservatorio su tale materia, fermo da molti anni.
Le Associazioni, in base alle loro possibilità, confermano l’impegno a collaborare nelle catture dei cani/gatti presso le zone da individuare, d’intesa con codesto Ufficio quanto a tempi e, modalità ed altre collaborazioni di catturatori incaricati dal medesimo.
Confermano, ove ci fosse necessità, la disponibilità ad offrire ospitalità per le degenze, in collaborazione con altre strutture indicate da codesto Ufficio. Associazioni e volontari proporranno liste di veterinari per le sterilizzazioni e strutture per degenze postoperatorie, che potranno collaborare con altri professionisti che codesto ufficio vorrà indicare.

COSTI
Con riguardo all’impegno assunto dall’Assessore Visconti di porre a disposizione la somma complessiva di 50.000 euro per le sterilizzazioni di cui al presente progetto, si conferma che le tariffe minime prevedono un costo di 100 euro per cane, 30 euro per gatto.
Conseguentemente all’interno dello stanziamento potrà essere riservata una quota minore, con ampia capienza di numero di esemplari da sterilizzare, per i gatti che saranno catturati presso i campi rom e gli insediamenti individuati.

TEMPI: 3 mesi
Si auspica che le operazioni inizino il prima possibile, in previsione di accoppiamenti già avvenuti e imminenti, dei quali, altrimenti nei prossimi luglio/settembre si vedranno i tragici esiti che tutti noi vogliamo finalmente e responsabilmente evitare.

INIZIATIVE DI INFORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE
In merito alla giornata che codesto Ufficio organizzerà presso ogni Municipio per sensibilizzare i cittadini ai diritti/doveri in materia di diritti animali, si propone di informare, oltre che sull’obbligo di apporre microchip e relative sanzioni anche sulle procedure per la iscrizione di colonie feline e sui compiti delle Asl veterinarie, nonché sui doveri della Polizia Municipale, come da Regolamento comunale del 2005 (segnalazioni di maltrattamento accattonaggio) e nuovo codice della Strada (segnalazioni di investimento animali).
In particolare, la conoscenza di ciò che il cittadino possa richiedere alla Polizia Municipale, iniziando una “formazione in progress” parallela a quella che L’Assessore Visconti ah dichiarato necessaria per la P.M medesima, consentirà di recuperare il predetto ad un rapporto migliore con le Istituzioni.

A tal fine si allega il volantino informativo realizzato e distribuito lo scorso anno a cura e spese della Associazione A.S.T.A., ove utilmente integrabile per la relativa stampa e fornitura a cura e spese di Codesto Ufficio.

In attesa di un vostro riscontro,
Cordiali Saluti

Associazione Arcipelago 2000, presidente Paola Zampetti
Associazione FEDER FIDA, presidente Loredana Pronio
Associazione ASTA, presidente Maurizio Albano