Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per ulteriori informazioni riguardanti anche la modalità di modifica delle impostazioni dei cookie, leggi la nostra Informativa sulla privacy

2015 schede

2015 rassegna

2015 denunciare

2015 prontuario

Dona il tuo 5x1000 a Feder F.I.D.A. Onlus
Stampa

Parrelli. Dopo denuncia di Feder F.I.D.A., chiedono intervento del Sindaco

articolo Corriere sulle intercettazioni contro il canile Parrelli di Roma

Corrire della sera - 12 febbraio 2013

Dopo la denuncia.
"Cani soppressi nel rifugio Parrelli? Intervenga il sindaco".

"Cani soppressi nel rifugio Parrelli?
"Esecuzioni" non dettate da motivi sanitari, ma dalla "stanchezza" della proprietaria per le pressioni di una non meglio precisata "mafia" specializzata nella tratta dei cuccioli?
Il giorno dopo i servizi del "Corriere", che ha pubblicato la denuncia di Loredana Pronio della Feder F.I.D.A. e l'audio di quattro dialoghi-choc avvenuti nella struttura di via Prenestina, associazioni ed esponenti politici chiedono "interventi e controlli urgenti".
A colpire di piu' sono state due frasi della padrona del rifugio, Pina Parrelli, rivolte secondo l'esposto ad un'operaia rumena. "Il piccoletto, il maschietto... ce l'ha il microchip? No, allora sopprimilo". E ancora "Ormai da questa mafia non mi salvo piu'...".
La Procura ha aperto un fascicolo e oggi si dovrebbe sapere se ci sono indagati. "Siamo certi che la magistratura farà presto luce su eventuali torture e sui responsabili. Intanto chiediamo al sindaco Alemanno di monitorare seriamente le attività del canile" chiedono in un'interrogazione al ministro della Sanità i senatori del Pd Silvana Amati e Raffaele Ranocci.
Il consigliere comunale Fabio Sabbatani Shciuma (Trifoglio - Polo della Vita) sollecita invece "la convocazione delle commissioni Trasparenza e Ambiente" per chiarire gli aspetti "agghiaccianti" del dossier mentre Nando Bonessio, presidente dei Verdi Lazio e candidaro di Re, rimarca di aver già denunciato "irregolarità" nel Parrelli e invoca l'intervento "di una task force del ministero, con esperti professionisti competenti in materia di sanità pubblica ed animale".

F.Pe.

Ascolta le conversazioni intercettate e allegate alla denuncia sul canile Parrelli su roma.corriere.it