Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per ulteriori informazioni riguardanti anche la modalità di modifica delle impostazioni dei cookie, leggi la nostra Informativa sulla privacy

2015 schede

2015 rassegna

2015 denunciare

2015 prontuario

Dona il tuo 5x1000 a Feder F.I.D.A. Onlus
Stampa

ORBASSANO (TO) - Reg. n. 91 del 29 novembre 2004 (Reg. per esercizio spettacoli viaggianti e attrazioni assimilabili)

Orbassano(Approvato con delib. C.C. n.91 del 29.11.2004. Tratto dal sito ufficiale del comune).

Art.1 Finalità
1. Il presente Regolamento disciplina l’attività degli spettacoli viaggianti ed attrazioni assimilabili sul territorio comunale e l’assegnazione delle relative aree. 2.    Le concessioni di suolo pubblico, sia ricorrenti sia occasionali, a favore delle imprese esercenti le attività di spettacolo viaggiante ed attrazioni assimilabili sono rilasciate a norma del presente Regolamento.
3. Le disposizioni di cui al presente Regolamento si applicano altresì, limitatamente alla parte inerente l’autorizzazione amministrativa per lo svolgimento dell’attività, agli spettacoli viaggianti ed attività assimilabili installati in aree private.

Art.2 Calendarizzazione e individuazione delle aree
1.    L’installazione degli spettacoli viaggianti ed attrazioni assimilabili può essere consentita:  nel periodo di svolgimento di manifestazioni di commercio su area pubblica aventi cadenza ultramensile (es. c.d. Fiera di Primavera e Fiera d’Autunno); nel periodo di svolgimento di manifestazioni fieristiche; in concomitanza con manifestazioni culturali, ricreative, sportive, commerciali, ecc.
2. Le aree in cui sono installabili gli spettacoli viaggianti ed attrazioni assimilabili sono individuate, su parere conforme della Polizia Municipale e del competente servizio del Settore Lavori Pubblici, col medesimo provvedimento dirigenziale di concessione del suolo pubblico.
3.    Nel medesimo sito, in ogni caso, non possono essere contemporaneamente installati più di sei spettacoli viaggianti ed attrazioni assimilabili. Nel caso di installazione di circhi tale limite scende a due.

Art.3 Tutela delle specie animali
1. Nel caso di attrazioni con animali (circhi o altro) deve essere documentata l’idoneità dei ricoveri e lo stato generale degli animali stessi.
2.    L’amministrazione comunale accoglie in modo particolarmente favorevole le attività che non utilizzano animali come attrazione per i propri spettacoli.
3. Sono in ogni caso fatte salve le disposizioni di cui alla legge 20 luglio 2004, n.189 recante “Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali, nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate”.

Art.4 Istruttoria
1. I soggetti che intendono installare spettacoli viaggianti ed attrazioni assimilabili devono inoltrare, almeno trenta giorni precedenti il previsto inizio dell’attività, idonea denuncia di inizio attività sulla base dell’apposita modulistica predisposta dal competente ufficio nonché domanda, in bollo, di occupazione del suolo pubblico.
2.    La denuncia e la domanda devono comunque indicare: •    dati anagrafici, di residenza e codice fiscale; •    ragione sociale ed estremi identificativi dell’impresa; •    recapito telefonico; • dettagliata descrizione dello spettacolo viaggiante e/o attrazione (dimensioni, ingombro, sporgenze, vano cassa, ingobri aerei, ecc.); •    numero, tipologia e ingombro dei cariaggi, roulotte, ecc.; •    orari di svolgimento e/o funzionamento; •    l’impegno ad osservare ogni obbligo e/o prescrizione imposto dell’amministrazione.
3. I soggetti di cui al primo comma, ad avvenuta installazione e comunque prima dell’effettivo inzio dell’attività, devono produrre:
•    certificato di collaudo statico delle strutture sottoscritto da un tecnico abilitato; •    relazione di corretto montaggio sottoscritta da un tecnico abilitato; •    relazione di messa a norma dell’impianto elettrico sottoscritta da un tecnico abilitato; •    elenco delle persone autorizzate al conduzione; •    copia della polizza assicurativa di responsabilità Civile.

Art.5 Commissione comunale di vigilanza sui locali ed impianti di pubblico spettacolo
1.    Le strutture e gli impianti degli spettacoli viaggianti ed attrazioni assimilabili sono comunque sottoposte alla disciplina del vigente Regolamento sul funzionamento della Commissione comunale di vigilanza sui locali ed impianti di pubblico spettacolo.

Art.6 Obblighi e prescrizioni
1.    I soggetti di cui all’art.4, primo comma, sono sottoposti ai seguenti obblighi e prescrizioni: • sono responsabili di tutto quanto concerne gli impianti e le strutture ed il loro funzionamento esonerando, in tal modo, da qualsiasi responsabilità l’amministrazione comunale per danno o molestia a persone e/o cose; • devono occupare le aree assegnate entro i termini disposti dal provvedimento di
concessione; •    non possono smontare le strutture e gli impianti e lasciare le aree assegnate prima del termine dell’occupazione di suolo pubblico concessa se non per comprovate e gravi esigenze; •    devono rispettare gli orari di svolgimento delle attività che in ogni caso non possono eccedere i seguenti limiti: •    Inizio ore 10.00 (09.00 per gli spettacoli circensi) •    Termine ore 23.30 (01.00 per gli spettacoli circensi); • mantenere il decoro e la pulizia degli impianti e delle strutture nonché delle aree limitrofe; •    provvedere a proprie spese agli allacciamenti elettrici ed idrici; •    esporre chiaramente il prezzo previsto per l’accesso allo spettacolo e/o attrazione; •    liberare il suolo pubblico entro i termini previsti dalla concessione; •    osservare le disposizioni vigenti in materia di emissioni sonore; •    osservare le disposizioni di caratte generale e/o particolare disposte, senza formalità, dal personale della Polizia Municipale inerenti ogni aspetto della collocazione, allestimento e funzionamento degli spettacoli e attrazioni.
2.    Le carovane e i cariaggi al seguito degli spettacoli viaggianti ed attrazioni assimilabili devono essere collocate secondo le disposizioni impartite dalla Polizia Municipale.

Art.7 Cauzione
1. I soggetti di cui all’articolo 4, primo comma, prima dell’installazione degli spettacoli viaggianti ed attrazioni assimilabili, al fine di tutelare le aree e le strutture di proprietà pubblica da eventuali danni arrecati, devono prestare una cauzione pari a: •    150,00 per ogni attrazione o assimilabile; •    600,00 per i circhi.
2. L’ufficio competente al ritiro della cauzione provvederà al rilascio di apposita ricevuta la quale, al termine dell’occupazione e della verifica delle aree da parte della Polizia Municipale, costituisce il solo titolo per la restituzione della cauzione versata.
3.    Nel caso le aree concesse (e le connesse strutture) fossero oggetto di danni, la cauzione di cui al primo comme viene introitata dall’amministrazione comunale la quale in ogni caso può agire in tutte le sedi ritenute opportune al fine della tutela per il maggior danno arrecato.

Art.8 Revoca della concessione di occupazione del suolo pubblico e sanzioni
1. E’ facoltà dell’amministrazione comunale per motivi di ordine, sicurezza e sanità pubblica nonché per altri motivi di pubblica utilità, provvedere alla revoca della concessione del suolo pubblico.
2. La concessione di suolo pubblico è altresì revocata in caso di accertata violazione delle disposizioni di cui al presente Regolamento.
3.    La concessione del suolo pubblico è sempre revocata nel caso cui gli spettacoli viaggianti ed attrazzioni assimilabili utilizzino animali sottoposti a fatiche o lavori insopportabili per le loro caratteristiche ecologiche.
4.    Per quanto non disposto da norme generali o particolari, la violazione delle disposizioni di cui al presente Regolamento comporta la sanzione amministrativa da un minimo di 200,00 ad un massimo di 1.200,00 euro.

Art.9 Disposizioni finali
1.    Il presente Regolamento sostituisce ogni altra disposizioni regolamentare in materia con esso non compatibile ad esclusione delle disposizioni di cui al Regolamento sul funzionamento della Commissione comunale di vigilanza sui locali ed impianti di pubblico spettacolo.
2.    Il presente Regolamento entra in vigore secondo le modalità stabilite dallo Statuto Comunale.