Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per ulteriori informazioni riguardanti anche la modalità di modifica delle impostazioni dei cookie, leggi la nostra Informativa sulla privacy

2015 schede

2015 rassegna

2015 denunciare

2015 prontuario

Dona il tuo 5x1000 a Feder F.I.D.A. Onlus
Stampa

ITALIA - Cassazione del 14 luglio 2011 (Causare incidente letale per evitare di investire un cane? Non è reato)

Non commette reato l'automobilista che, per evitare un cane, invade l'altra corsia uccidendo chi sopraggiunge.
Ciò anche se viaggiava oltre la velocità consentita.

Italia

Nel caso in questione un automobilista era stato accusato di aver ucciso un altro utente della strada perché, nel tentativo di evitare un cane, aveva invaso l'altra corsia provocando l'incidente. Gli era stata contestata anche l'eccessiva velocità (20 km/h in più rispetto a quella consentita in quel tratto di strada).

TESTO DELLA SENTENZA (IV° Sez Penale della Corte di Cassazione)

Cassazione 14 luglio 2011