Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per ulteriori informazioni riguardanti anche la modalità di modifica delle impostazioni dei cookie, leggi la nostra Informativa sulla privacy

2015 prontuario

Dona il tuo 5x1000 a Feder F.I.D.A. Onlus

Perché l'ABC... del VOLONTARIO di strada?

I consigli che troverete spero vi siano di aiuto per affrontare tutte le indigenze e le omissioni fatte da parte degli organi preposti i quali, se seguirete passo passo il "VADEMECUM", la smetteranno di "ridervi in faccia"!

Un esempio?Trovate un cane ferito in strada.
Chiamate, come la regola impone, i vigili - che sono gli unici autorizzati a chiamare la ASL (e i veterinari, tenuti a essere reperibili 24 h, visto che li paghiamo ben 5-6.000 euro al mese)
Il vigile di turno vi dice, con sorriso ironico, che lui "non ha competenza in merito".
Tu, volontario di strada, nella tua borsa oltre a crocchette e antiparassitari vari, dovrai portarti SEMPRE le fotocopie delle normative di base e delle leggi: faranno spegnere il sorrisetto a quel vigile!
La scena sarà così la seguente: tirerai fuori la tua bella fotocopia dove sono scritti a caratteri cubitali i DOVERI di quel vigile "sorridente". Glielo porgerai e gli dirai: "Caro Signor vigile, le lascio questo manifestino che le sarà molto utile per evitare di prendersi una denuncia… Io mi vado a prendere un caffé, lei se lo legga e scoprirà, suo malgrado, che quanto mi ha appena detto non corrisponde a quanto dice questo! Ah, dimenticavo… quando torno LA INTERROGO!

Essere "volontario di strada" deve diventare un MONITO per tutti i sorrisi che fino a ora avete incontrato.
Il "volontario di strada" ha una dignità che non deve essere calpestata, né intimorita dal primo sorrisetto che incontra!

Ecco perché abbiamo sentito l'esigenza di dedicarvi questa sezione.
Buon lavoro a tutti e… sempre grazie!

Stampa

I 5 punti del "prontuario" per i diritti degli animali

Regola n. 1

prontuario per difendere gli animali

Tenete sempre con voi tutti i regolamenti comunali a tutela degli animali della vostra città. Se il vostro comune possiede un regolamento tutela animali, stampatene una copia e tenetela a portata di mano, magari evidenziandoci sopra i punti che più vi potrebbero servire.

Laddove non esistesse tale regolamento, faranno testo quelli preesistenti relativi alla gestione del benessere cittadino (di norma, il regolamento di Polizia Urbana o equivalenti). Esistono spesso anche regolamenti inerenti spettacoli o eventi itineranti che coinvolgono animali (es., circhi, fiere), oppure che trattano situazioni tipiche di un dato comune (come per le Botticelle di Roma).
In ogni caso per legge oggi ogni comune deve rendere pubblici, sul proprio sito istituzionale e ufficiale, tutti i propri regolamenti, ordinanze e via dicendo. Se così non fosse, verificate il perché presso il vostro comune e se non si arrivasse a un esito positivo, informate Feder F.I.D.A.

Feder F.I.D.A. sta pubblicando TUTTI i regolamenti comunali - che riguardano gli animali - esistenti al momento, ci vorrà solo un po' di tempo - in Italia i comuni sono oltre 8.000
Se non esistesse nessuno di tali regolamenti, fa testo la legge regionale a tutela degli animali e prevenzione randagismo, che in ogni regione è nata come messa in atto della famosa legge nazionale 281/91 e quindi portatene con voi una bella copia stampata.

Regola n.2

Esistono oramai leggi a tutela degli animali anche nel Codice Penale (modificato dalla 189/2004) e nel codice della strada.
Imparate (e se occorre, stampate) anche questi articoli!

Regola n. 3

Forze dell'ordine e/o ASL che si rifiutano di rispondere alle vostre chiamate per soccorrere/recuperare/verificare lo stato di un animale?
Ricordate che se lo fanno è Omissione d'atti d'ufficio: fatevi valere!

Regola n. 4

Esistono tante situazioni in cui potete incorrere per aiutare un animale e per voler difendere i suoi diritti. Feder F.I.D.A. ha una sezione apposita, in continuo aggiornamento.
Leggete e imparate tutto!

Regola n. 5

Non abbiate paura di conoscere e usare la legge.
Se voi per primi imparate la legge, persino il pubblico ufficiale più pigro, o disinformato, alla fine si ritroverà costretto a compiere il proprio compito e a imparare davvero le leggi a tutela degli animali.