Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per ulteriori informazioni riguardanti anche la modalità di modifica delle impostazioni dei cookie, leggi la nostra Informativa sulla privacy

2015 schede

2015 rassegna

2015 denunciare

2015 prontuario

Dona il tuo 5x1000 a Feder F.I.D.A. Onlus
Stampa

Lettera aperta al Sindaco di Roma Alemanno ed all'Assessore Marco Visconti

romaEgregio signor Sindaco Alemanno,
questa sera, come ogni sera tornando a casa dal lavoro, ho attraversato Piazza di Spagna.
Questa sera, come ogni sera entrando in macchina, ho acceso la radio ed una emittente romana riportava la Sua dichiarazione riguardo le "botticelle" e la Sua determinazione nel voler far rispettare una normativa in vigore dal 1998 la quale non "IMPEDIREBBE" ai cavalli, prossimi alla  "pensione", di finire i loro giorni odorando l'erba e non il sangue dei mattatoi.

Il condizionale "IMPEDIREBBE" è dettato dal fatto che, dal 1998, NESSUNO L'HA RISPETTATA con il benestare di chi AVREBBE dovuto farla applicare!

Signor Sindaco,
che ne DIREBBE di abbandonare i "CONDIZIONALI" ed iniziare ad usare gli IMPERATIVI?

Signor Sindaco,
credo che Le sia noto il sondaggio fatto da un autorevole quotidiano come  "Repubblica", il quale ci riporta la  cifra pari all' 89% che CORRISPONDE e non CORRISPONDEREBBE, a chi ha detto NO alle botticelle!

Al politico chiedo per la seconda volta:
Se la matematica non è un'opinione e la politica, si sa, vive di  numeri  come mai contano più 30 vetturini che l'89% dei romani?
Come è possibile che 30 vetturini continuino a dettare legge alla faccia di quell'89% pari a 2.225.000 di ROMANI CONTRARI?

Qualche mese fa andai da Marco Visconti, neo-eletto Assessore all'Ambiente, per parlargli di alcune problematiche del territorio. Sarebbe stato un incontro nel suo insieme interessante ma rovinato dalla mia domanda: "Ed ora parliamo di botticelle?" domanda alla quale è seguita una secca risposta: "I vetturini non si toccano... quelli sono tutti amici miei"!
Oggi, però, leggo una dichiarazione dello stesso che dice: "TUTELA CAVALLI E BOTTICELLE - Priorità"...

Altra occasione persa, Assessore Visconti, poichè, o si tutelano i CAVALLI o si tutelano le BOTTICELLE...!!!!!!
NON C'E' possibilità di scelta!

Vede, Signor Sindaco, mi piacerebbe credere nel MIO SINDACO e nel buon proposito che ha espresso con la dichiarazione di questa sera ma... ogni sera,come ogni sera tornando a casa, passo per Piazza di Spagna e:

  1. sulla piazza ci sono le botticelle, ci sono quei cavalli stanchi e ci sono quei vetturini che NON RILASCIANO nessuna RICEVUTA FISCALE!
  2. ci sono gli ambulanti che vendono ogni cosa... A volte, ma solo quelli che vendono le borse false di Fendi piuttosto che di Prada, li vedi scappare all'arrivo di qualche vigile. Tutti gli altri, invece,  che vendono fischietti che urtano i nervi i, palline di acciaio che quando le tiri in aria scrocchiano, palline che quando le sbatti a terra diventano delle frittate per poi ricomporsi, laser accecanti, ombrelli per la pioggia e per il sole... e tutto VENDUTO SENZA ALCUNA RICEVUTA!
  3. ad ogni angolo della strada ci sono zingari che ACCATTONANO CON MINORI ED ANIMALI ed anche  loro INDISTURBATI!!!!!

 

Sindaco Alemanno,
se, ogni giorno, nel pieno centro storico romano  le regole base di una comunità, cosiddetta CIVILE, vengono violate quotidianamente e continuamente...
se, ogni giorno, i venditori ambulanti regnano sovrani vendendo oggetti i cui proventi ingrassano le casse della CRIMINALITA' ORGANIZZATA...
se, ogni giorno, ad ogni angolo trovo una famigliola di zingari che ACCATTONANO con in braccio neonati SEMPRE DORMIENTI...

Mi dice Lei, Sindaco Alemanno, perchè dovremmo crederLe quando dice che da oggi in poi i CAVALLI DELLE BOTTICELLE, nell'ultima parte della loro ignobile vita, SARANNO RISPETTATI?

Distinti saluti.

Presidente Feder F.I.D.A. onlus
Loredana Pronio