Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per ulteriori informazioni riguardanti anche la modalità di modifica delle impostazioni dei cookie, leggi la nostra Informativa sulla privacy

2015 schede

2015 rassegna

2015 denunciare

2015 prontuario

Dona il tuo 5x1000 a Feder F.I.D.A. Onlus
Stampa

ITALIA - Cassazione n.46307/2013 ("Condanna per lesioni colpose a padrone il cui cane, libero in area aperta a pubblico, morde qualcuno")

(Sentenza n. 46307 del 20 novembre 2013 della Corte di Cassazione, IV sez. Penale).

É condannato per il reato di lesioni colpose il padrone che non abbia custodito il proprio cane entro un parco dove lo stesso, lasciato libero, ha rincorso e morso una donna.

SENTENZA

Ritenuto in fatto
Il Giudice di Pace di Pisa, con sentenza in data 15 novembre 2012 ha ritenuto C.D. responsabile del reato di lesioni colpose per avere omesso di custodire con le dovute cautele un cane in suo possesso che, in luogo pubblico, rincorreva e mordeva al ginocchio O.E. , alla guida di un velocipede, la quale a causa del morso cadeva, procurandosi lesioni personali e l'ha condannato alla pena di Euro 400,00 di multa oltre al pagamento delle spese processuali.
Avverso tale sentenza C.D. , a mezzo del suo difensore, proponeva ricorso per Cassazione, chiedendone l'annullamento.